Alex Carreri Alessandro “Alex” Carreri, nato a Pizzo Calabro nel 1972, si avvicina alla musica all’età di undici anni studiando chitarra. Nel 1989 intraprende gli studi classici presso il Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia dove nel 1998 si diploma in Contrabbasso. Successivamente approfondisce le competenze stilistiche e le abilità tecniche frequentando master class
con: Alain Caron, Joe Zawinul, Janek Gwizdala, Francis Rocco Prestia, Paolo Costa, Rino Zurzolo, Dario Deidda, Riccardo Fioravanti, Marco Panascia e conseguendo il diploma di Jazz presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.
Compiute le prime esperienze musicali suonando il basso elettrico in band pop, rock e blues, nel 1999 si stabilisce nel Nord Italia dove inizia l’attività artistica e professionale. Dopo circa due anni AC intraprende un sodalizio artistico con il batterista Giorgio Di Tullio con il quale fonda il progetto Chemical Blend che nel 2006 da il nome al suo album d’esordio edito da Videoradio e Rai Trade. Contemporaneamente viene ingaggiato per collaborare con importanti musicisti del panorama jazz e fusion nazionale e internazionale
tra cui: Eric Marienthal, Paolo Di Sabatino, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Rob Sudduth, Scott Hamilton, Laura Fedele, Luciano Zadro, Tony Arco.
Nel 2003 inizia una lunga collaborazione con la cantautrice Andrea Mirò con la quale realizza diversi concerti in teatri, tv, rassegne nazionali e sessioni in studio di registrazione per l’etichetta discografica Anyway del cantautore Enrico Ruggeri, prendendo parte all’incisione degli album: Andrea, A fior di pelle, La Fenice, Elettra e Calliope.
Dal 2004 Alex partecipa a vari festival e rassegne blues in Italia, Olanda, Belgio e Germania, accompagnando black singers internazionali come: Larry Ray (Drifters), Shakura S’Aida, Louisiana Mojo Queen, Kay Foster Jackson, Ronnie Jones, Barbara Evans e incidendo per l’etichetta l’Azzurra Records.
Nel 2008, grazie a queste ultime esperienze, trova l’ispirazione per scrivere nuove composizioni e realizzare un nuovo progetto originale. Attinge dal blues, dall’hard bop e dal jazz contemporaneo, creando una miscela interessante tra groove e fraseggi jazzistici. Per arrangiare ed incidere i nuovi brani, AC fonda insieme al pianista Gianluca Di Ienno e al sassofonista Tullio Ricci i Groovin’Action. La band, completata dal trombonista Beppe Caruso e dello straordinario e talentuoso sassofonista Mattia Cigalini, l’anno successivo
pubblica l’album dal titolo 2nd Street edito da Music Center di Alessio Brocca e distribuito dalla IRD.
A gennaio del 2010 AC viene ingaggiato dalla band Sugarpie & the Candymen con la quale condivide numerose performance live in importanti club europei come: Casabar (Zurigo – CH), Yorckschlosschen jazz club (Berlino – DE), Free Blues club (Stettino – PL), e in prestigiosi festival e manifestazioni come: Jazz Ascona Festival (Svizzera), Summer Jamboree (Senigallia – Italia), La Brasserie di Monaco (Principato di Monaco),
Festival del Cinema di Locarno (Svizzera). L’anno successivo Alex prende parte all’incisione dell’album Swing& Roll edito da Irma Records. Successivamente continua l’attività in studio e live partecipando a progetti pop- jazz con: Silvia Mezzanotte, Iva Zanicchi, Gianni Togni e Simona Bencini (Dirotta su Cuba).
Nel 2012 AC prosegue il percorso artistico in qualità di band leader e crea un nuovo progetto invitando Alessio Menconi, Luca Cacucciolo e Maxx Furian. Elabora degli arrangiamenti in chiave jazz contemporaneo su brani cover di artisti e gruppi celebri come: Sade, Beatles, Stevie Wonder, EWF e Depp Purple, e a dicembre dello stesso anno pubblica l’album Don’t you worry ‘bout a thing per l’etichetta Ultrasound Records.

Musicisti :

Alex Carreri: Electric Bass
Maxx Furian: Drums
Luca Caciuccolo: Piano and Fender Rhodes
Alessio Menconi: Electric Guitar

Discografia

Alex Carreri Don’t you worry bout a thing

shares