BEPPE ALIPRANDI

 Beppe AlipraqndiIl quartetto ha in repertorio una selezione di brani d’autore, da Cole Porter a Thelonius Monk, Oliver Lake, Cal Tjader, presentati in una veste di grande personalità. A questi si aggiungono brani originali di Beppe Aliprandi, apprezzato non solo come strumentista ma anche e soprattutto come compositore ed arrangiatore Beppe Aliprandi ha esordito in trio nel 1991 con la formazione con la quale ha inciso il CD JAZZ ACADEMY TRIO.

Del 1995 invece è il CD BLUE FLOWERS che presenta il Jazz Academy Quartet e che ha riscosso un grande successo di critica . Il linguaggio di questi gruppi era post-bop sulla linea tracciata da Sonny Rollins, Jackie McLean, John Coltrane, Thelonious Monk. Al tempo stesso era aperto alle innovazioni di musicisti d’avanguardia quali Ornette Coleman, Don Cherry, Oliver Lake, David Murray, senza mai rinunciare al calore offerto dallo swing tipico delle forme più classiche di questa musica.

Recentemente Aliprandi è tornato su questi due progetti chiamando a collaborare tre dei migliori musicisti presenti sulla scena jazzistica nazionale: Yuri Goloubev, di origine russa, è a Milano da qualche anno e qui si è fatto apprezzare come contrabbassista dalla tecnica travolgente unita ad una vena melodica di natura romantica. Ciò ha fatto si che oggi sia il più richiesto accompagnatore per solisti sia italiani che stranieri, con i quali ha registrato innumerevoli CD.
Marco Zanoli fa parte di quella schiera di giovani messisi recentemente in luce vincendo concorsi ma soprattutto accompagnando i migliori solisti. Con Yuri Goloubev fa quasi coppia fissa avendo i due trovato un comune linguaggio espressivo ed essendo quindi riusciti ad usufruire di un affiatamento non comune. Il suo linguaggio strumentale si stacca nettamente da quello della maggior parte dei batteristi presenti sulla scena italiana e gli permette di far parte di un gruppo di innovatori dello strumento.
Francesco Pinetti unisce alla sua formazione accademica un’ innata capacità di esprimersi anche sul versante jazzistico. Queste doti fanno si che anche le sue collaborazioni siano molto richieste da parte dell’élite musicale sia italiana che europea, tanto che il suo curriculum è di una lunghezza impressionante per un musicista che batte le scene jazzistiche da pochi anni.

Musicians :

Beppe Aliprandi: sax alto, sax tenore, flauto;
Francesco Pinetti: vibrafono;
Yuri Goloubev: contrabbasso;
Marco Zanoli: batteria.

Discography

Beppe Aliprandi – Natura morta con flauto

shares