/, Pop Italiano, Pop-Rock/Tabacco Bruciato
Arte povera o povera arte

Tabacco Bruciato
Arte povera o povera arte

10,00 (IVA inclusa)

78 disponibili

Artista: Tabacco Bruciato
Titolo: Arte povera o povera arte
Genere: Pop Italiano
Supporto: CD Audio

Ascolta su Believe Digital

78 disponibili

Descrizione

Artista: Tabacco Bruciato
Titolo: Arte povera o povera arte
Genere: Pop Italiano
Data di uscita: febbraio 2011
Casa discografica: UltraSoundRecords

Musicisti
Giorgio Cazzola: voce
Stefano Bertolotti: batteria
Francesco Murelli: basso
Alessandro Balladore: chitarra
Gianfranco Scala: chitarra slide
Paolo Canevari: chitarra
Lorenzo Bovo: hammond
Maribel Fracchia: cori

‘ Arte povera o povera arte? ‘ è il titolo del nuovo lavoro di Tabaccobruciato. Tabaccobruciato è il marchio musicale  creato da Giorgio Cazzola, scrittore di canzoni dell’Oltrepo pavese, con un passato da intrattenitore – autore di cabaret ed un presente da comunicatore della pubblica amministrazione.

Nel nuovo lavoro di Tabaccobruciato (il nome è l’omaggio al colore delle chitarre storiche del blues elettrico, il tobacco sunburst) si possono ascoltare strumentisti di grande spessore. Artisti del pavese, della Lomellina, dell’Oltrepò, dell’alessandrino, zone musicalmente molto  fertili. “ Gente di grossa personalità, che ha colorato come si deve i dieci pezzi di Arte povera o povera arte?, spiega Giorgio Cazzola”.

C’è Stefano Bertolotti alla batteria ( ha collaborato con un’infinità di artisti texani ). Ci sono tre chitarristi: l’onnipresente e versatile Alessandro Balladore, lo slide man Gianfranco Scala, leader della Chemako Band e Paolino Canevari, solista  dei Mandolin Brothers. Alle tastiere, Lorenzo Bovo, hammondista  di grande esperienza e sensibilità. Al basso  il precisissimo Francesco Murelli.

Ai cori e alla voce femminile la soul singer Maribel Fracchia. Giorgio Cazzola, autore delle melodie e dei testi, canta e suona la chitarra ritmica. Arte Povera o Povera Arte, prodotto da Stefano Bertolotti e Giorgio Cazzola,  è il lavoro numero due di Tabaccobruciato. Segue “Punto e basta”,  cd di esordio del 2010. Le canzoni spaziano dal rock iniziale di “Lasciamo fare ai cantanti” ,al blues conclusivo di “Vorrei un’ottobrata”.  Passando per il country (“Ragazzi per mano”), il rockabilly ( “Sexy phone”), e la ballad (“Lui e lei”). I testi in alcuni casi sono ironici (“Twist dell’informazione”, “ Coltivatori”), in altri generazionali ( “E lui cammina” ), in altri fotografano personaggi e situazioni ( “Va su in pedana”, “Happy ho”).

Tabacco Bruciato – ‘ Arte Povera O Povera Arte ‘

  1. Lasciamo fare ai cantanti
  2. Happy Ho
  3. Twist dell’informazione
  4. E lui cammina
  5. Ragazzi per mano
  6. Lui e Lei
  7. Coltivatori
  8. Va su in pedana
  9. Sexy Phone
  10. Vorrei un ottobrata

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tabacco Bruciato
Arte povera o povera arte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0

Your Cart